TERRARITALIA
http://terraritalia.com/forum/

Allevamento degli afidi dei piselli
http://terraritalia.com/forum/viewtopic.php?f=15&t=4907
Pagina 1 di 1

Autore:  Varney [ mer gen 07, 2015 10:15 pm ]
Oggetto del messaggio:  Allevamento degli afidi dei piselli

Tra i vari cibi vivi destinati in particolare alle Dendrobatidae e in generale a anfibi e rettili di piccole dimensioni non capaci di predare insetti medio- grandi, da vari anni sono apparsi sul "mercato" , in particolare nel Nord Europa gli afidi verdi dei piselli.
L'allevamento di questi insetti dannosi per le colture agricole, può rivelarsi un utile elemento aggiuntivo all'alimentazione delle raganelle , spesso costrette per nostra comodità di produzione ad un regime "monotematico" costituito da drosofile o da poco altro.
Le specie di afidi sono diverse in natura, quella utilizzata dagli allevatori dovrebbe essere Acyrthosiphon pisum , specie partenogenetica che comunque occasionalmente , a date condizioni, produce anche individui distinti di sesso maschile e femminile e non solo femmine.
L'allevamento degli afidi verdi , per l'esperienza che ho portato avanti da ottobre a tutt'oggi, a mio parere è piuttosto semplice e risultano necessarie poche cose:

A) Contenitori trasparenti ( tipo bicchieri grandi o bottiglie di plastica tagliate a metà altezza
B) terriccio universale
C) semi di piselli (reperibili nelle agrarie)
D) tulle o carta scottex per coprire il contenitore ed elastici

1) Si prende una porzione di piselli ( un numero tale da coprire completamente il terriccio nel bicchiere o nella bottiglia di coltura) e li si immerge in acqua per una notte o più, sino a quando non si saranno reidratati.
2) Si inserisce nel contenitore uno strato di 5-6 cm di terriccio piuttosto umido e si introducono i piselli reidratati senza interrarli ma lasciandoli sulla superficie.
3) Si copre con il tulle o con la carta fissando con un elastico, quindi si posiziona il contenitore nel posto più luminoso possibile.
4) Dopo pochi giorni i piselli inizieranno a radicare e successivamente spunteranno i germogli. E' molto importante il fattore luce in questa fase.
5) Appena i germogli avranno raggiunto un'altezza di 5-6 cm si potranno introdurre gli starter di afidi. Si chiuderà quindi nuovamente il tutto con tulle o scottex per riposizionare le colture in un posto molto luminoso a temperatura ambiente (non all'aperto , ovviamente)
6) In base alle temperature e alla luminosità, gli afidi inizieranno a riprodursi e saranno pronti per la "raccolta" quando i germogli ne saranno completamente coperti.
7) per la raccolta, basta inclinare il contenitore di coltura e con qualche colpetto far cadere gli afidi in un altro contenitore che servirà per somministrare gli insetti alle rane. Gli afidi sono molto lenti, quindi particolarmente adatti anche a quegli anfibi non particolarmente veloci nel rincorrere le prede.

Sostanzialmente l'allevamento degli afidi risulta piuttosto facile, ma vanno presi alcuni accorgimenti:

1) E' fondamentale preparare sempre delle colture nuove seminando i piselli in tempo utile, in quanto i germogli parassitati non durano in eterno e quindi ogni settimana è bene preparare già i recipienti con terriccio e piselli in modo da non rimanere senza piante nuove da parassitare. Pena la perdita delle colonie
2) Come osservato, la luce pare giocare un ruolo primario nella riproduzione di questi insetti, quindi ribadisco quanto detto in merito al posizionamento nel luogo più luminoso possibile.

Immagine

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
http://www.phpbb.com/